Siamo aperti

Tutti i nostri prodotti, compresi la panna montata, le crepes e les gaufres, sono realizzati artigianalmente nel nostro laboratorio a vista utilizzando esclusivamente ingredienti naturali.

Tutti i nostri gelati alla frutta sono privi di lattosio e fatti con frutta fresca.

Card image cap
Pistacchio di Bronte

Nel nostro gelato utilizziamo esclusivamente il pistacchio di Bronte DOP. La sua particolarità è di essere coltivato solo a Bronte, piccola cittadina della Sicilia. Le peculiarità di questo pistacchio sono molteplici ma tra queste assumono un carattere tipico la sua inconfondibile composizione organolettica dovuta alla sua crescita in un’area vulcanica e la raccolta, ancora operata a mano, ogni due anni. Tutto ciò permette di garantire e di mantenere elevati livelli di qualità ed esclusività che hanno permesso che tale prodotto ricevesse, fino dal 2009, la Denominazione di Origine Protetta.

Card image cap
Vaniglia del Madagascar

La vaniglia Bourbon del Madagascar è di certo una delle migliori vaniglie al mondo. Nella nostra produzione utilizziamo solo bacche di questa varietà. Questa spezia, per secoli coltivata in Messico, ha avuto verso la metà del 19° secolo, la sua fase di espansione con la sua importazione nelle isole della Reunion. Fu lì che ,per pura casualità, uno schiavo africano, un ragazzo di 12 anni di nome Edmond Albius, scoprì l’impollinazione artificiale dei semi dei fiori di vaniglia. Questo metodo, ancora utilizzato, consiste nell’impollinare a mano questi fiori uno ad uno, operando con un piccolo ago un buco in modo tale da consentire il contatto tra differenti organi.

Card image cap
Nocciola IGP del Piemonte

La nocciola tonda gentile del Piemonte, allo stato considerata la migliore del mondo, deve la sua fama al lavoro del Professor Emanuele Ferrari che fu tra i primi a comprendere che la zona collinare delle Alte Langhe, tra le province di Asti, Cuneo ed Alessandria (700-800 metri s.l.m.), con il suo clima continentale avrebbe permesso una maggiore e migliore produttività. Inoltre il suo inconfondibile sapore finissimo e persistente ha consentito di ottenere una riconoscibilità gustativa tale da valerle l’attenzione dei pasticceri piemontesi in genere e torinesi in particolare. Questi, infatti, furono i primi ad intuire l’enorme valore aggiunto che questo tipo di nocciola avrebbe potuto assicurare ai loro prodotti. Ne costituisce un magnifico esempio il gusto Gianduia, creato dall’abbinamento di questa nocciola con il cacao.

Card image cap
Cioccolato Valrhona

Nel nostro laboratorio utilizziamo esclusivamente cioccolato fondente il quale, grazie alle sue capacità nutritive, dovute all’alta concentrazione di fibre e di antiossidanti, permette di ottenere enormi benefici in favore del nostro organismo. Abbiamo in particolare scelto il cioccolato francese Valrhona, considerato da molti esperti come uno dei migliori al mondo, tanto da essere utilizzato dai migliori professionisti del settore. Questo cioccolato lo troverete nei nostri prodotti nelle più diverse varietà che potrete gustare sotto forma sia di gelato che di bevanda calda al cioccolato.

  • Bar
  • Espresso
  • Cafè
  • Latte macchiato ou russe
  • Cappuccino
  • Cappuccino avec lait de soja
  • Affogato au café
  • Milkshake
  • Croissant
  • Brioche
  • Brioche avec glace
  • Brioche avec crème
  • Brioche avec glace et crème
  • Supplément
  • Lait à part
  • Crème fraiche
  • Boissons
  • Eau plat et pétillante
  • Coca-Cola
  • Coca-Cola Zèr
  • Fanta
  • Jus d'orange
  • Jus de pomme
  • Mate
  • Gelateria
  • Coupe/cornet
  • 0,5 litre
  • 1 litre
  • Supplément
  • Crème fraiche
  • cornet à part
  • Gaufre
  • Gaufre nature
  • Gaufre nutella
  • Gaufre avec glace
  • Mikado
  • Crêpes
  • Sucre
  • Nutella
  • Glace
  • Mikado
  • Supplément
  • Crème fraiche
  • Chocolat chaud
Quando nacque Edoardo, il nostro gelataio, sua sorella Giordana che aveva appena due anni, volendolo chiamare, non riusciva a pronunciare correttamente il suo nome. Per superare questo ostacolo oggettivamente fastidioso, Giordana decise di chiamarlo Dodo. Edoardo a sua volta, nel momento in cui cominciò a parlare, non riusciva a pronunciare correttamente il nome della sorella e quindi, sentendosi chiamare Dodo, pensò bene di “facilitarsi il lavoro”, chiamandola Dada. Nel tempo questi due soprannomi divennero del tutto abituali e quindi Giordana e Edoardo - Dada e Dodo –divennero per tutti i Dodi e cioè Les Dodi.

Galerie du Cinquantenaire · Avenue de Tervuren 32-34

  • +32 02 721 58 77
  • gelato@lesdodi.com